Tag

, , , ,

Esistono meta tag espressamente dedicati al motore di ricerca Google.

Quando Google visita una pagina web, archivia nei propri database il file HTML ricevuto. Successivamente, quando gli utenti effettuano una ricerca, Google offre, oltre ai link alle pagine web elencate, anche un link alle copie che tiene in archivio; tale link mostra la dicitura “Copia cache” o “Cached”.

Questo permette agli utenti di prendere visione dei contenuti della pagina web risalenti a quando Google ha visitato la medesima, cosa che può tornare comoda qualora la reale pagina web non fosse raggiungibile per problemi tecnici.

Tuttavia, alcuni webmaster non gradiscono che Google consenta agli utenti di osservare la pagina HTML così come è stata letta dal motore di ricerca. Per questa ragione, Google ha ideato un apposito meta tag attraverso il quale i webmaster possono chiedere al motore di ricerca di non conservare una copia della pagina web. Ecco la sua sintassi:

<META NAME="GOOGLEBOT" CONTENT="NOARCHIVE">

L’uso di questo meta tag impedisce a Google di tenere una copia della pagina e rimuove dai risultati delle ricerche la visualizzazione del link con la dicitura “Copia cache”.

Il secondo meta tag dedicato a Google consente di rimuovere dai risultati delle ricerche lo “snippet”, ovvero l’estratto della pagina che Google crea “al volo” e che mostra sotto il link alla stessa.

Questo meta tag è nato perché non sempre gli estratti creati da Google sono realmente rappresentativi dei contenuti della pagina. In tali casi, il webmaster può preferire di non far mostrare alcun estratto, ricorrendo al seguente meta tag:

<META NAME="GOOGLEBOT" CONTENT="NOSNIPPET">

Va notato che tale richiesta di rimozione degli estratti comporta implicitamente anche la rimozione della copia della pagina che Google mantiene nei suoi archivi, producendo il medesimo effetto del meta tag “NOARCHIVE” pocanzi illustrato.